Biscotti con fichi, pere e ricotta

img_1921

Ingredienti:
pasta frolla 
5/6 fichi secchi
1 piccola pera kaiser
125 gr di ricotta
miele
zucchero
2 noci di burro
succo di limone

Procedimento:
Iniziate pulendo i fichi e tagliandoli a pezzettoni, metteteli in una padella antiaderente con un cucchiaio di succo di limone, 2 di zucchero di canna e qualche cucchiaio di acqua. Fate cuocere a fuoco lento, nel frattempo pulite la pera, tagliatela a cubetti e unitela ai fichi. Fate cuocere per 15 minuti circa – aggiungendo acqua quanto basta – fino a che non inizierà a caramellare. Togliete dal fuoco, sminuzzate con un coltello e mettete da parte.

Accendete il forno a 180°C.
Stendete la pasta frolla (ricetta con 250gr di farina, 125gr di burro, 125gr di zucchero e 1 uovo) e tagliate dei cerchi con un coppapasta tondo. Adagiate i tondi sulla teglia foderata con carta da forno. Fate sciogliere il burro a microonde e usatelo per spennellare le basi dei biscotti.

In una ciotola a parte, lavorate la ricotta a crema unendo due cucchiai di miele. Adagiate una parte del composto sulla base dei biscotti, unite la frutta e chiudete con un secondo disco di pasta frolla.

Fate cuocere per circa 15/20 minuti, fino a che i biscotti non saranno dorati. Fate raffreddare e servite con zucchero a velo.

Annunci

カステラ Kasutera (Castella)

Eccomi con una ricetta molto famosa in giappone: la Kasutera o castella. Come fa presupporre il nome l’origine della ricetta è spagnola. E’ molto simile al nostro pan di spagna ma di una morbidezza e dolcezza senza paragoni. La ricetta mi è stata data da Sachimi una  straordinaria donna giapponese. Sono 2 le cose da tenere a mente quando si prepara questo dolce: 1. La giusta montatura delle uova e 2. La cottura delicata (gli sbalzi di temperatura la fanno collassare su se stessa). Penso di aver trovato il mio tallone di Achille perchè è già la terza volta che la faccio e non sono ancora completamente soddisfatta del risultato.

Ingredienti (per uno stampo 15x20cm)

  • 4 uova
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di farina 0 o manitoba
  • 2 cucchiai di miele
  • 50 g di latte

Procedimento

Per comodità preparate tutti gli ingredienti già pesati e, nel caso della farina, setacciata 2 volte in modo da non dovervi interrompere durante la delicata operazione di montatura delle uova.

Sciogliete a fiamma bassa il miele con il latte e lasciate intiepidire.

Cominciate a montare le uova con una frusta elettrica alla velocità minima e aggiungete poco alla volta lo zucchero.
Mettete a bagnomaria le uova e continuate a montare mantenendo una temperatura tiepida all’interno. Montate per circa 15’ fino a che il composto non è spumoso e potete scrivere le vostre iniziali senza che scompaiano subito.

Aggiungete il miele e il latte e amalgamate bene.
Aggiungete la farina setacciata mescolando con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto.

Ricoprite lo stampo con la carta da forno accuratamente tagliata a misura (non è un particolare irrilevante perché al momento di staccare la carta da forno eviterete che il dolce, morbidissimo, si rompa)

Scaldate il forno a 170 °C e infornate per 10’ poi abbassate la temperatura a 150°C per 40’-45’ (non fatevi prendere dalla tentazione di aprire il forno , ne rimarreste molto delusi!!).

Sfornate, lasciate intiepidire.
Togliete la carta da forno delicatamente e avvolgete fino al giorno successivo in pellicola (oppure in un sacchetto di plastica).

Bon appetit!!

Et voilà, a recipe very famous in japan: the KASUTERA or Castella. As you could suppose it has Spanish origin. It’s very similar to the Italian Pan di Spagna but its softness and sweetness have no similar! Sachimi, a wonderful Japanese woman, give me this recipe (thank you). When we do this cake, we have to keep in mind 2 important things: 1. The right “beating” of the eggs and 2. The delicate baking (the sudden changes of temperature make to collapse the cake). I think I found my weak point (Achille’s heel)!
Let’s see the recipe!Ingredients (15×20 cm pan)

  • 4 eggs
  • 150 sugar
  • 100 g of flour (sifted twice)
  • 2 Tbsp honey
  • 50 g milk 

Procedure

Dissolve honey in hot milk. Whisk eggs in a large bowl using an electric hand-mixer, adding sugar gradually.

Place the bowl over a bain-marie and continue to whisk until the mixture is very foamy (until you can write and read your initials before disappearing.
Add the milk and honey mixture and mix well.
Add sifted flour in the bowl and mix gently with a spatula. Pour the mixture in the loaf pan and tap the pan gently on the table to release any air bubbles.

Bake at 170 °C for about 10 minutes and turn down oven to 140°C and bake for about 40 minutes.

Flip the pan upside down and remove the pan from the kasutera. Remove the cooking sheet and cool the cake.
Wrap the cake with plastic wrap and store until the next day.

Bon appetit!!


Crêpes al cioccolato e banana caramellata

Per la serie, lanciamoci con gli esperimenti. Avevo voglia di una crêpes per merenda, così ieri mi sono lanciata. Ovviamente non ho potuto fare a meno di aggiungere del cioccolato nella ricetta, così ho preparato queste delizie al cioccolato con tanto di banane caramellate con zucchero di canna 🙂

Eccovi gli ingredienti, sono davvero semplici! (Con queste dosi ho realizzato tre crespelline e  un ripieno).

Continue reading “Crêpes al cioccolato e banana caramellata”